A sinistra ha perso una visione.

MPS: BERSANI, DA 2001 BATTAGLIA IN PARLAMENTO SUI DERIVATI

Alle elezioni politiche del 25 Febbraio scorso non ha perso un uomo, ha perso una visione.

Ha perso la sinistra barricata dentro il suo campo tradizionale, quella dei diritti acquisiti e non dei diritti da conquistare, arroccata in difesa dei suoi ceti di riferimento storici, sempre più residuali e disorientati, nell’Italia e nell’Europa della grande crisi. Ha perso una impostazione vecchia almeno di trent’anni, totalmente priva di analisi dei nuovi conflitti sociali, delle nuove disuguaglianze, dei nuovi bisogni.

Questa sordità, questa timidezza nel ripensarsi come soggetto riformatore coraggioso e forte, l’incapacità di mettere in discussione equilibri consolidati e rendite di posizione ormai insostenibili, unite ad un calcolo elettoralistico minimalista e cinico, sono alla base del disastroso risultato elettorale di “Italia bene comune” e del successo strepitoso del movimento di Grillo, che ha saputo mettersi alla testa delle moltitudini di esclusi sempre più insofferenti allo scontro sterile ed alle logore pratiche politiche ad escludendum delle forze della cosiddetta seconda repubblica.

Molto è stato detto e scritto su questi limiti macroscopici dell’alleanza di centrosinistra guidata da Pierluigi Bersani, meno ampia ed inclusiva perfino di quello che fu “l’Ulivo” di Prodi ed assolutamente incapace di intercettare le migliori energie e le istanze più autentiche dell’elettorato in fuga di un centrodestra ai minimi storici. PD e SEL hanno raccolto soprattutto il voto di pensionati e lavoratori dipendenti, come dimostrato ampiamente dai più autorevoli analisti in circolazione. Perfino  il voto operaio è andato disperso dentro i mille rivoli di un’offerta politica incerta e poco chiara.

Una sconfitta di queste proporzioni meriterebbe una svolta storica. Un ripensamento profondo. Invece.

Invece apprendo con sconcerto, aprendo i quotidiani questa mattina, che Pierluigi Bersani riorganizza il suo manipolo per dar battaglia a Renzi. Il tutto, naturalmente, nel nome della guerra ai personalismi. Appunto.

Annunci
Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Politica
One comment on “A sinistra ha perso una visione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: